10 ottobre 2005

w marx, w lenin, w la pappa col pomodoro!

ultimamente sembra essersi diffusa una strana malattia in rete, la bambinodellakinderite. non c'è blog che non lamenti la perdita di un'icona dell'immaginario infantile, esistono persino siti che chiedono la riesumazione della salma del pargolo e anche Repubblica (noto giornale bolscevico) ha dedicato ben due articoli all'evento, arrivando a pubblicare una foto del bambino oggi, a non so quanti anni, con non so quanti figli, in preda a non so quale malattia degenerativa che lo fa somigliare a Bondi e parlare come Rita dalla Chiesa.

(eccolo in una recente apparizione a Forum, quando Berlusconi ha rilasciato una dichiarazione spontanea in sua difesa)

mai come in questi giorni ringrazio il cielo di avermi dato due genitori di sinistra, leggermente alternativi, verdi ante litteram, e un nonno con una fattoria. so che molti di voi inorridiranno, ma fino alla maggiore età non ho assaggiato né cocacola (e da brava sovversiva toscana non so nemmeno pronunciarla questa parola), né nutella. e quando l'ho fatto, l'unica cosa che mi è venuto da dire è stata: "ahibò che schifo". anche i prodotti kinder per me erano tabù (strano, perché con due genitori comunisti, forse, i kinder, cioè i bambini in tedesco, avrei dovuto mangiarli spesso) e perciò del fatto che abbiano cambiato la foto di quel bambino ariano (all'apparenza pure ricco, stronzo, prepotente e juventino, insomma da calci nei denti dalla mattina alla sera) non me ne può fregare di meno.



potrei però avere una crisi di nervi se cambiassero la ricetta del panino con la marmellata fatta dalla mi' nonna, della fettunta e del castagnaccio. e apro fin da ora le sottoscrizioni per la difesa ad oltranza della genuinità del cacciucco alla livornese!

9 commenti:

Anonimo ha detto...

ma quanti post faiiiiiiiiii!!!! scrivi troppo, non ti si sta dietro!!!!
lavora comunisticamente e non mangiare i bimbi, certi sono indigesti.
Beghemot
PS: ti sei scordata in questo post "trionfi la giustizia proletaria"

omfaloscopia ha detto...

caro beghemot,
forse non ti è ancora chiaro che gli autori di questo blog sono due e mezzo. e forse presto saremo tre e mezzo. la quantità e la varietà dei post dipende anche da questo!

Anonimo ha detto...

ora mi e' tutto chiaro. chiedo la resa senza condizioni.
beghemot

chiara jolie ha detto...

feather, ma sei incinta di un gemello e mezzo? io credevo che fossimo due sole...

per begehmot: magari mi facessero lavorare comunisticamente. vorrebbe dire che almeno uno straccio di lavoro fisso ce lo avrei (foss'anche quello di moglie di un ricercatore).
le citazioni del Maestro, poi, non si buttano là a caso, né a comando. c'è sempre una logica dietro, un sentimento, un'idea.

lalecheross ha detto...

ommioddio e io che ho allevato mia figlia a latte di mamma e ovetti kinder!!!!

ziavale67 ha detto...

sono spiazzata. sono figlia di comunisti, nipote di toscani ma ho mangiato un sacco di nutella. il bambino della kinder l'avrei preso a capocciate sul setto nasale, ma ammetterete che è sempre meglio di licia colò.

chiara jolie ha detto...

guardate che non ho nulla contro le persone che hanno mangiato (o dato da mangiare alle splendide figlie) ovetti o altre kinderate, il mio post voleva solo prendere le distanze da tutti questi piagnistei alla ricerca del bambino perduto.

e non crediate che sia cresciuta in un sovchoz, i miei erano dei normalissimi genitori aperti e sani di mente, solo un po' fissati col biologico ante-litteram (diciamo che mi davano da mangiare quasi esclusivamente le cose che produceva mio nonno, ecco, erano nonnologici). mia madre - udite udite - mi ha addirittura comprato un duplo una volta. che io ho sapientemente scambiato, all'asilo, con una figurina di Mazzola.

featheryca ha detto...

zia vale67 dice:
"il bambino della kinder l'avrei preso a capocciate sul setto nasale, ma ammetterete che è sempre meglio di licia colò."

assolutamente sì, vale, la pubbilicità di licia colò è delirante e a tratti criminale. ma il punto è un altro. che ce frega a noi del ragazzino della kinder? ma è mai possibile che sono sorti siti web come funghi su 'sto deficiente? con tutte le cose per cui si dovrebbero aprire siti e scendere in piazza a protestare attaccarsi al ragazzino della kinder mi sembra da lobotomizzati. è inutile: la nostra è una generazione di figli della tv e delle merci. ce lo meritiamo il bambino kinder. ce lo meritiamo.

Edward Phelan ha detto...

Riguardo alla salvaguardia del cacciucco aderisco in pieno! E visto che sono nordico, propongo di salvaguardare anche i casoncelli alla bergamasca (che da noi si dicono casonsèi).
Purtuttavia non mi toccate Kinder e Nutella? Nei periodi di stress non si mangiano le cose sane, ci vogliono le "troiate" (altra espressione finissima di queste parti).
Abbasso Licia Colò (eccetto quando presentava Bim Bum Bam ed era l'oggetto del desiderio anche dei piccoli gay come me) e il nuovo bimbo Kinder. Il primo aveva la faccia da pirla, ma era il meno peggio.
Riguardo alle proteste, Fede, hai proprio ragione, c'è molto altro per cui protestare, soprattutto in Italia. Ma tra un post sulla pena di morte e uno sull'AIDS se anche ci scappa una stronzata, non è poi così male ;-)
Baci, splendide!