01 aprile 2006

pesci d'aprile e conspiracy theory

ieri, leggendo il giornale, abbiamo appreso che probabilmente bernardo provenzano è morto da anni ma a qualcuno (alla mafia? ai servizi segreti? al complotto comunista ordito dal grande puffo? a belozoglu emre?) fa comodo che si creda in giro che il boss sia ancora in vita.
e a voi, amici, è mai capitato di credere che un complotto pluto-pippo-giudaico-massonico-comunista-juventino ci voglia far credere che esistano cose e persone in realtà morte da anni o inventate di sana pianta? secondo voi è davvero possibile in natura un uomo come sandro bondi o costui non è altri che sabina guzzanti travestita? in fondo chi può dire di averli visti contemporaneamente nello stesso posto? e vi è mai venuto il sospetto che forse teramo o il molise in realtà siano luoghi di fantasia? o che gigi d'alessio sia l'orson wells del duemila e noi le vittime di uno scherzo mediatico prolungato nel tempo? o che il grammy a laura pausini sia un elaboratissimo pesce d'aprile attuato con qualche mese d'anticipo per spiazzare tutti? o che alcuni "traduttori" che ogni tanto intervengono nelle varie liste di traduzione siano in effetti un collettivo di menti perverse che hanno lo scopo di attuare un golpe nel mondo dell'editoria spingendo, tramite uno stillicidio metodico e sistematico di cazzate giornaliere, i traduttori reali al suicidio di massa?

4 commenti:

Anonimo ha detto...

tutto il resto sono c....te. L’Ultima ipotesi è molto realistica, conoscendo certi traduttori. Siete comunisti e juventini eh eh eh

aj

bolso67 ha detto...

La dietrologia, specialmente in questo paese, è cosa legittima. D'altronde lo dice persino andreotti, che evidentemente se ne intende, che "a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca".

Forse, però, vive meglio chi crede a tutto ciò che gli propina il "grande fratello", non solo quello televisivo....

Fantrans ha detto...

Juventini???????
Aoh, juventino ce sarai!
Stai fuori come un cetriolo turco...

chiara jolie ha detto...

juventino sarà il tegame di tu' ma' vestito da Moggi onesto (l'ossimoro è voluto)