13 dicembre 2005

la notte più lunga che ci sia

e quindi da oggi comincia il lento ma costante cammino verso il sole e l'estate.
altro che san girolamo: dovrebbe essere santa lucia la patrona dei traduttori e regalarci a tutti un paio di occhi nuovi, ché quelli che avevamo in dotazione li abbiamo regalati a bill gates, o al signor macintosh.
i traduttori più buoni riceveranno anche l'apertura del terzo occhio in omaggio.

12 commenti:

zia Vale ha detto...

ma perche' nei santini la santa di occhi ne ha quattro? per evitare l'effetto kill bill?

fiore sfiorellato ha detto...

ma la notte più lunga non era quella del 23??????

chiara jolie ha detto...

fiore, per noi sono state quelle del 13 maggio 2001 e del 5 maggio 2002...

sfas ha detto...

cederei volentieri 2 occhi ancora buon funzionanti, per un paio di cervicali nuove, con annessa spalla dx

Anonimo ha detto...

Scusate se esco fuori tema ma venerdì sera mi è arrivata sulla testa una botta micidiale, in realtà sono quattro anni che le cose vanno male. Non è più tempo di allegre polemiche e quant’altro. volevo solo salutare le omfaloscopiche creatrici e i frequentatori di questo blog. Grazie per i mesi divertenti. Siete forti

un triste, depresso, anonimo

ps buon natale e buon proseguimento di viaggio virtuale

oscare ha detto...

dai che l'estate è dietro l'angolo!
io ci sto lasciando anche i peli delle ciglia sul vetusto mac che mi ritruovo.
saluti da un visitatore saltuario ma aficionado.

omfaloscopia ha detto...

oh, anonimo juventino, che t'è successo? il tuo commento suona come un addio e vorremmo davvero sbagliarci. l'atteggiamento tendente al depresso (pipponi infiniti a parte) non è affatto omfaloscopico e ti vietiamo categoricamente di prendere in questo modo le batoste che la vita ti dà. se fossi stato interista, oramai ci saresti abituato...
scherzi a parte, speriamo di cuore che le cose si rimettano presto e che tu riprenda i tuoi commenti più o meno sarcastici, sempre, come quelli di ogni viaggiatore, benvenuti.

Lupus clericus vagans ha detto...

Anonimo!!!!
Resta con noi, non ci lasciar, la notte, mai più scenderà...
... se te ne vai, io resto in netta minoranza in mezzo a tutto 'sto "topame"... eddai, ripensaci, tutto passa... io lo so, io lo so, credimi... guarda se resti, ti faccio fare anche una doccia con Veron, o ti faccio venire Gattuso a rifarti i letti... puoi scegliere!
Per tornare, poi, alla nostra santa - non parlo de te, Feather holie!, ma di Lucia... -, non è vero che è sempre rappresentata tetraommata! Alla Galleria Spada - misconosciuto e poco valorizzato scrigno romano - è conservata una Santa Lucia del pittore barocco Furini, rappresentata di spalle - in parte ammantate e coperte da ciocche di capelli, quindi sensualissima! -, e con i suoi attributi - gli occhi e solo due! - che appena appena traspaiono dal fondo di un vassoio retto dalla fanciulla, di cui non si vede il volto, ovviamente sfigurato dal martirio! Stupenda... tutte le volte che torno alla Galleria per tirarmi su il morale - e rifarmi gli occhi sia spiritualmente, per i capolavori esposti, sia ormonalmente, per i capolavori di "guardie", poco svizzere, che presidiano gli uffici giudiziari nello stesso palazzo ospitati!!! - la Santa Lucia del Furini è l'irrinunciabile incontro. Provai a rintracciarne un'immagine sul web, ma non ci riuscii... per chi volesse, sarò ben lieto di scansionarla dal catalogo e inviargliela.
E per soverchia misura, oggi ho anche rivolto un pensiero devoto per i begli occhi di tutti i traduttori, amici e non - e anche per i tuoi, anonimo che traduttori frequenti! -, nella chiesa di Santa Lucia al Gonfalone, meta oggi di un affollato e tradizionale pellegrinaggio dei romani... perdonerete l'ardire!

Edward Phelan ha detto...

Oh grazie per l'interessante e dotto post, caro Lupus Clericus Vagans (sempre nomi lunghi tu, ci vorrebbe qualcosa che si legga in un lampo)!
Sono terribilmente curioso di vedere l'immagine che tu ci hai descritto della santa siracusana e non disdegnerei nemmeno una sbirciatina alle guardie (svizzere o non svizzere, non sono uno che si formalizza). Tra le altre cose, qui da me, Santa Lucia porta i doni ai bambini buoni e il carbone ai bambini cattivi. Quest'inverno avrò sempre un fuoco caldo :-)

Siluanus ha detto...

Caro Eddie,
grazie alla straordinaria abilità della nostra segugia informatica, Feather Holmie, eccoti accontetato con un link per l'immagine della nostra amata Lucia:
http://publicrelations.unibe.ch/unipress/heft113/bilder/6_lucias_augen.jpg
Buona giornata!

featheryca ha detto...

holmie? e che vor di'?

Edward Phelan ha detto...

Merci, mon cher Siluanus! Devo dire che il dipinto è davvero notevole, anche se l'immagine qui riprodotta non gli rende sicuramente onore. Ma quella spalla scoperta e quell'acconciatura con le ciocche che sfuggono sono di una tale sensualità... E gli occhi sul vassoio sembrano quasi occhi, riflessi in uno specchio, che guardino lo spettatore. Capisco perché quest'opera susciti tanta ammirazione.
Ok, però adesso vogliamo le foto delle guardie svizzere :-)