20 novembre 2005

fior de cicoria

non so nel resto d'italia, ma nel basso lazio le signore di mezza età sono una piaga sociale. ti passano davanti in fila, formano capannelli sui marciapiedi ostruendo il passaggio e hanno licenza di sparare cazzate. oggi sul diretto roma-napoli c'erano una mamma e una bambina, angela, che non avrà avuto più di quattro anni. una signora di mezza età del basso lazio ha cominciato a chiacchierare con la ragazzina. prima le ha attaccato un pippone su come si mangia la pizza, su come ci si pulisce le manine e questo e quell'altro. poi, a un certo punto, il dialogo ha preso questa piega:

signora di mezza età del basso lazio: ma tu ce l'hai un fratellino o una sorellina?
angela: sì, ho una sorella, si chiama cristina
sdmedbl: ah, e quanti anni ha?
mamma di angela: angela è figlia unica.
sdmedbl: ah, ma allora te le inventi le cose?
angela: io ce l'ho una sorella, si chiama cristina.
sdmedbl: ma tu la vuoi una sorellina?
angela: sì
sdmedbl: di' a mamma "mamma, me la fai una sorellina"?
angela: mamma, me la fai una sorellina?
mamma: poi vediamo.
sdmedbl: ma tu lo sai come nascono i bambini?
angela: sì
sdmedbl: e a te chi ti ha portato? lo sai?
angela:...
sdmedbl: la cico... la cico...
angela: la cicoria
sdmedbl: no, i bambini li porta la cicogna!
angela: no, i bambini li porta la cicoria!

standing ovation e ola nel vagone per angela! uno a zero, palla al centro.

8 commenti:

chiara da vinci ha detto...

certo, la sorella di Angela ha avuto culo. la figlia della mia amica di Dresda dice a tutti che i suoi fratelli si chiamano Lisandro e Berta e hanno la faccia verde. forse loro li hanno portati gli spinaci.

zia Vale ha detto...

grande angela

featheryca ha detto...

certo, cristina è un nome normalissimo per essere una persona immaginaria. di solito gli amici immaginari hanno nomi strani. la mia amica immaginaria del cuore si chiamava tottola. avevo anche un amico maschio, si chiamava gibaud, come il famoso dottore della cintura eponima. l'amica immaginaria di mia sorella era ghiana.

chiara da vinci ha detto...

io invece ero convinta di giocare con Cicciobello insieme a Mazzola.

Lupercus Lupercalis ha detto...

Anche io quando "gioco" con Veron lo chiamo "Cicciobello"...

Flo vuole tornare bambina ha detto...

L'amico immaginario di mio cugino si chiamava Gunnette e ogni tanto lo faceva pure incazzare. AEra meraviglioso mio cugino a tre anni con le guanciotte tondissime che mentre giocava a un certo punto si piantava li, metteva il musetto e pensava, e se gli chiedevi che aveva ti rispondeva "sono arrabbiato con Gunnette".

middleaged? ha detto...

quello di mia figlia si chiamava Marco (quello che era venuto per primo quando lei aveva tre o quattro anni), poi c'erano una bambina e un bambino piccolo che forse erano fratelli.
Invece, a proposito di Mazzola, quando giocavamo con le nostre bambole Furga (che Cicciobello non l'avevano ancora inventato) -- Andrea e Poldina -- io ero la signora Mazzola e la mia amica del cuore la signora Rivera, almeno mi pare che fosse così e non il contrario. Mi confondo perché alla mia spiaggia veniva la Viviani (quella che cantava la sigla di Heidi prima che nascesse Cristina D'Avena) con la figlia sua e di Rivera.
Solo per saperlo: a che età si diventa di mezzetà?

featheryca ha detto...

sto or ora traducendo un racconto il cui protagonista ha 35 anni e si considera middle-aged. quindi sono middle-aged anch'io. ma il concetto di mezza età varia a seconda delle persone, delle zone geografiche e delle famiglie di appartenenza. il concetto di mezza età è un concetto bruttissimo, che vuol dire? che non si è né carne né pesce? si diventa di mezza età quando si crede di essere di mezza età. è uno status a cui molte donne tengono, soprattutto dalle mie parti. la nostra età, cara ross, non sarà mai mezza. sarà sempre tutta bella intera e rotonda.