05 maggio 2006

il sartori della quaglia

alla faccia di chi vuole mettere alla presidenza della repubblica un velista politico per caso e anche alla faccia di chi vuole metterci un lampadato inespressivo già prima di farsi tirare dal lifting, l'Italia (e la maiuscola non è un caso) democratica sta proponendo una candidatura alternativa, quella di Giovanni Sartori.

chi non lo conosce, visiti la sua pagina web
ed eventualmente firmi la petizione per farlo salire al Quirinale.

a me piace perché è un uomo di cultura oltre che di politica (mentre Letta e D'Alema non sono né l'uno né l'altro), perché intelligente, è anziano ma non rincoglionito, sa tirare fuori gli attributi quando è necessario e non si vergogna a dire e fare cose scomode sia per la destra che per la sinistra, ma utili per il paese. e poi è uno dei pochi fiorentini simpatici, in grado di non farci rimpiangere quel baciapile di Ciampi, che di toscano ha ben poco. ai tempi in cui era presidente del consiglio i livornesi avevano fatto stampare le magliette con su scritto "Ciampi pisano".

per far stare tranquillo, potremmo comunque offrire al nostro amato Carloazeglio il posto di stagista che gli è stato soffiato sul filo di lana da Paolino Ruffini mesi fa.

3 commenti:

Compagno di merende ha detto...

Io avrei messo Marini, ma non vuole...

Anonimo ha detto...

AUGURRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU

SOYUZ1968 ha detto...

Beh Sartori è uno dei pochi intellettuali che ancora circolano in Italia.....sarebbe davvero una scelta autorevole!