04 ottobre 2005

auguri ai francesco

oggi 4 ottobre è S. Francesco d'Assisi. uno dei pochi santi che mi stanno simpatici, anche se pure lui le sue pecche le aveva. mi piace perché si è ribellato ai genitori e ha fatto un po' quel che cazzo gli pareva, perché ha inventato una comune (ma ha sbagliato regione, anche se c'è andato molto vicino), perché se l'è goduta per bene prima di spogliarsi di tutto, perché era amico di una santa con un nome splendente, perché ha scritto il capolavoro "fratello sole, sorella luna", perché non ci ha lasciato reliquie e perché in fondo era pure un po' comunista, ecologista, pacifista e no-global. gli invidio la facoltà di parlare ai lupi, visto che la mia lupa mi ignora bellamente, e pure agli uccelli, e non fate battutacce perché non è il caso.

mi sta un po' antipatico perché l'ha spuntata su tutti gli altri eretici che predicavano la povertà, è diventato un po' il contentino dei poveri, mentre tutti gli altri (catari, patarini, valdesi e dolciniani in primis) sono finiti al rogo. e pure perché, se si svegliava un pochino, la povera santa dal nome splendente (che è pure patrona della televisione) non diventava anoressica e forse oggi la RAI era in mani migliori.

gli auguri vanno a tutti i Franceschi, le Francesche, i Franchi e le Franche, sia quelli in terra di buona e cattiva volontà, sia quelli che ci guardano dalle stelle e lottano comunque con noi. ciao babbo.

concludo con l'immancabile citazione dal Francesco da Pàvana, più omfaloscopico che mai:

quelli che ti adorano fedeli, senza intoppi,
coi santi non si scherza, abbasso il Milan, viva Coppi!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ehm cj, e' un post serio e devo fare il bravino con una rispostina seria o posso cazzeggiare?
beghemot

celodoro ha detto...

a me il santo che mi sta + simpatico è san giraloma... senz'altro se è il patrone dei traduttori sarà stato sfigatissimo