09 settembre 2005

accidenti!

sono lieta di annunciare che nella sestina finale del booker prize di quest'anno c'è anche the accidental di ali smith. è un libro eccezionale. è uno di quei libri che a tradurlo provi un piacere immenso ma ti fa anche venire le crisi di coscienza perché a ogni parola pensi "gli starò rendendo giustizia?" a ogni pagina ti viene il sospetto che il vecchio luogo comune del traduttore traditore abbia un fondo di realtà.

comunque, crisi di coscienza a parte, è stata una vera gioia trascorrere diversi mesi della mia vita in compagnia di questo libro. ricordate: il 29 settembre non è solo una canzone di battisti, non è solo il compleanno di un uomo che, come direbbe rita, ha perso completamente di vista il budda che è in lui. è anche il giorno in cui esce in italia questo mio quinto figlio adottivo, al quale voglio molto bene.

7 commenti:

Cri-Cri in arte Rita ha detto...

E noi saremo qui ad accoglierlo a braccia aperte, essendo figlio dell'amore per questo mestiere pieno di sfide, ma capace di rinnovarsi ad ogni pagina. Accidenti - congratulazioni!

sd ha detto...

bravissima fede, anzi feathe!!
correrò a comprarlo, ma solo se mi fai l'autografo ;-)))


baci

semprelei ha detto...

Hai tutta la mia sfegatata ammirazione e sono fiera di aver condiviso un seminario con te/voi

featheryca ha detto...

ti ringrazio, semprelei, ma un traduttore quando brilla, brilla solo di luce riflessa

semprelei ha detto...

e un'insegnante di traduzione -- SE brilla -- brilla solo di luce riflessa.... vorrei poi ricordare che TUTTO ciò che vediamo, ogni singola cosa che vediamo con gli occhi fisici, E' luce riflessa... e dici poco!

Flores ha detto...

Da fede a feathe, posso farti i miei complimenti?
Uno un po' genio e un po' spostato come Walter Benjamin, diceva che il traduttore non tradisce il testo nè gli è fedele: semplicemente, lo libera. Hai liberato il tuo romanzo e la tua autrice, c'è davvero di che esserne fieri.

chiara marmugi ha detto...

Featheryca, ancora non l'ho letto, ma sono sicura che hai reso grazie nel migliore dei modi alla Smith. Sei una traduttrice eccezionale, una donna fantastica e un'amica insostituibile. Mi preoccupo, perché dai pure dipendenza. Approfitto di questo spazio virtuale per gridare al mondo il bene che ti voglio.