17 agosto 2005

haiku per il ventolin


i tre dell'omfaloscopia, viste le numerose e insolite allergie di cui soffrono, hanno deciso di dedicare un componimento poetico al ventolin, pozione magica dagli effetti rivoluzionari (è stato ritrovato anche nello zaino boliviano del Che: il sigaro se lo metteva in bocca solo quando vedeva in lontananza un fotografo):

fischia il ventolin, infuria la bufera,
ed è subito sera


ai compagni che si sono tolti la scimmia dalle spalle
consigliano invece un film di prossima uscita:

goodbye, ventolin

in cui un figlio, mosso a compassione dalle vicende umane della madre asmatica, le fa credere che la polvere è stata sconfitta, i pollini non superano la cortina di ferro, che il glutine non esiste e che le mandorle sono un'invenzione dei capitalisti. protagonista (manco a dirlo) Luigi Lo Cascio, nella parte della madre, del figlio e pure del ventolin.

2 commenti:

trans ha detto...

MI serve qualcosa di analogo per superare il mese, se continua di questo passo!


CHE FACCIO, ragazze interrotte, in qsto affoso pomeriggio di fine estate, senza gas nel condominio, in astinenza di caffe!?!?

ARGH....!!

omfaloscopia ha detto...

non dimenticare che c'è anche un ragazzo interrotto che fa parte del gruppo. anche se ormai brilla di più per la sua assenza.

che fare? scendi un secondo al bar.